La storia di Femm è interconnessa alla evoluzione dell’industria del packaging in metallo. Infatti i fondatori svolgevano più di quaranta anni orsono la loro attività in uno ‘scatolificio’, così nel settore vengono definite le aziende produttrici di barattoli in banda stagnata per l’imballaggio. A questo punto ci piacerebbe parlare di idee, di visioni.

Invece parleremo di marketing. Anche se la fama di Philip Kotler a quel tempo non era così universale, fu da una analisi di marketing che apparve evidente al fondatore lo spazio di mercato aperto per una azienda che si specializzasse nella produzione di componenti, al servizio delle aziende del settore. Partendo dal nulla, senza risorse, fu necessario trovare partner, dei soci, persone portatrici di competenze e non di capitali.

Competenze sui cicli produttivi, competenze di ingegnerizzazione di macchinari e processi, competenze commerciali.
Ganapini, Canovi, Saracchi e Loschi sono i quattro personaggi che faranno crescere l’azienda negli anni e manterranno salda la vocazione ad operare nel comparto del packaging.